Home Itinerari Weekend Amsterdam: la guida per un fine settimana breve

Weekend Amsterdam: la guida per un fine settimana breve

Un weekend ad Amsterdam permette di scoprire il meglio della capitale olandese. Per aiutarti ho pensato ad una guida che possa indicarti suggerimenti e punti chiave per organizzare al meglio la permanenza senza lasciarti sfuggire le attrazioni imperdibili.

Se vuoi un tour personalizzato, scrivici a: info@loveamsterdam.it o prenota uno dei nostri tour.

VISITA AMSTERDAM CON UNA GUIDA E SCOPRI TUTTI I SEGRETI DELLA CITTÀ

Weekend ad Amsterdam: 3 giorni

Ho considerato un itinerario di 3 giorni ad Amsterdam ovvero dal venerdì alla domenica.

Primo giorno: Amsterdam centro

L’ideale, il primo giorno ad Amsterdam, è fare conoscenza della città. Partendo dalla Stazione Centrale (che può essere un punto comodo sia per chi si trova in centro che chi soggiorno fuori e può arrivare con treno o metropolitana) l’ideale è ammirare tutta la parte centrale della città. Il Red Light District, meglio conosciuto come Quartiere a Luci rosse di Amsterdam, fa parte del De Wallen. Questa è la parte più antica della città quindi merita una visita. È assolutamente sicuro sia di giorno che di sera.

Passeggiando lungo il distretto ci sono vari punti da toccare: chiesa De Oude Kerk che è il simbolo dell’Olanda protestante e Chiesa di Nostro Signore nell’Attico che è dotata di un museo segreto in soffitta. Avendo tempo e voglia è anche possibile visitare il Museo della prostituzione che racconta la storia del posto.

I CANALI PIÚ BELLI DELLA CITTÀ

Questa zona è il centro medievale della città, i vicoletti sono stretti e ci sono molti bar. Le luci al neon che richiamano le attività delle vetrine sono un contrasto vivo con la Chiesa del posto eppure rappresentano la reciproca accettazione e sono fondamentali per comprendere la vera essenza della città.

Poco gettonata ma molto interessante è Beurs Van Berlage, la vecchia borsa di Amsterdam oggi diventata luogo destinato ad eventi culturali. In zona sono presenti molti sexy shop, coffee shop come il famoso The Bulldog (primo ad essere aperto in città). Per acquistare un gadget simpatico è possibile recarsi alla Condomerie, luogo famoso di Amsterdam con una serie di stravaganti profilattici. Se avete appetito e volete fare colazione o uno spuntino niente di meglio di una sosta in una delle pasticcerie della città. Da provare la Apple Taart, i Poffertjes o i Pannekoeken, vere delizie olandesi.

Proseguendo è interessante visitare il Jodenbuurt, quartiere Ebraico della città. Tra i punti imperdibili il mercato Nieuwmarkt, la Zuiderkerk, il Museo di Rembrandt e la piazza Waterlooplein dove si tiene il mercato delle pulci.

Proseguendo doveroso di visita è il Mercato dei fiori di Amsterdam, vero simbolo della città dove acquistare bulbi di tulipano e altre piante. Molto caratteristica Rembrandtplein dove in inverno viene installata una grande pista da pattinaggio. Sul tardo pomeriggio visitare il Magere Brug, il ponte più famoso della città e il Teatro Carrè tra i più importante d’Europa.

Viaggiate con i bambini? Non perdete lo Zoo Artis e il giardino zoologico di Amsterdam. Non preoccupatevi per il Red Light District, le famiglie olandesi passeggiano senza problemi.

Per la serata ci sono due grandi opzioni: cenare in uno dei pub storici della zona De Wallen o in Leidseplein, particolarmente indicata per i viaggiatori più giovani. La città offre tantissime valide opzioni tra ristoranti tipici olandesi, etnici ma anche piccoli chioschetti.

Secondo giorno: Quartiere dei musei

Il secondo giorno ad Amsterdam è da dedicare al Quartiere dei musei. Partendo da Museumplein, la famosa piazza dove sorgono il Museo di Van Gogh, il Rijksmuseum e molti altri è possibile visitare prima i capolavori e poi rilassarsi nell’enorme prato. In inverno viene montata una spettacolare pista di pattinaggio sul ghiaccio che dona una magia assoluta a tutta la zona. D’estate è bello fare un pic nic sull’erba o andare all’all’Albert Cuyp Market, in alternativa se piove è possibile recarsi a piedi al De Hallen, un ex complesso industriale oggi trasformato in un bellissimo mercato al coperto.

Nel pomeriggio niente di meglio di una passeggiata a Vondelpark e poi un biglietto combinato per ingresso all’Heineken Experience e crociera sui canali al tramonto.

Terzo Giorno: il Joordan e l’area Nord

La mattinata del terzo giorno ad Amsterdam si può dedicare ad una passeggiata tra piazza Dam e il quartiere Joordan. Per chi ha tempo da visitare il Palazzo Reale e il Museo del Corpo Umano. Altrimenti attraversare i canali e ammirare tutto il distretto con un po’ di shopping per le 9 Strade. Una delle attrazioni principali in zona è la Casa di Anna Frank.

Chi ha tempo e non ha l’aereo di ritorno molto presto può visitare l’area a Nord della città con un traghetto gratuito alle spalle della Stazione Centrale. Qui si trova l’A’DAM Lookout con l’altalena più alta d’Europa, l’Eye Filmmuseum e la zona industriale della città che è oggetto di un progetto di risanamento molto interessante.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome