Home Cultura Begijnhofkapel Amsterdam: la chiesa clandestina travestita da abitazione

Begijnhofkapel Amsterdam: la chiesa clandestina travestita da abitazione

La Begijnhofkapel si trova praticamente nel centro della città, eppure gode di una calma incredibile, un’oasi spirituale di pace.

L’oasi di Begijnhof delle suore beghine

Questa cappella sorge nella via Begijnhof dove vivevano le suore beghine, ovvero laiche, molto famose in città per lo spirito caritatevole. Il Begijnhof indica una comunità autonoma, costituita da una serie di edifici con tanto di cortile, che ospitano le confraternite cattoliche. Quando Amsterdam diventò protestante, il culto cattolico venne proibito, tuttavia queste rimasero tranquillamente perché erano molto benvolute. Negli anni Settanta, con la morte dell’ultima suora, il luogo è diventato un centro di accoglienza per donne anziane, vedove e giovani universitarie cattoliche che pagano una somma forfettaria.

Visita alla chiesa clandestina

Al civico 30 c’è ancora la chiesa che dall’esterno sembra una comunissima casa. Quando la porta si apre si arriva dentro una stupenda cappella clandestina con gallerie in legno ed elementi che risalgono alla sua costruzione nel 1671. La chiesa è dedicata a San Giovanni e Sant’Orsola ed è gestita ad oggi dalla Congregazione del Santissimo Sacramento, nella Parocchia di San Nicola di Amsterdam. Ovviamente oggi non c’è più alcun divieto di culto, tuttavia quella chiesa nascosta continua ad essere ancora oggetto di grande fascino.

La domenica mattina la cappella offre servizi in olandese e francese.

ESPLORA LA CITTÀ IN UN TOUR UNICO DI AMSTERDAM

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome